20 Aprile 2024
news
percorso: Home > news > DR1 - SERIE D

DR1 (Serie D): MANIFESTA SUPERIORITA'


ALMENNO BASKET - BASKET BIASSONO 62 - 84
(24-21, 10-17, 12-22, 16-24)

Almenno Basket: Perico 15, Giuliani 11, Pizzarelli 11, Locatelli 10, Zonca 7, Ndaw 4, Apeddu 2, Lussignoli 2, Forlani, Rozzoni, Tironi, Pagnoncelli ne

Seconda gara interna consecutiva per Bergamo Trasmissioni Almenno Basket che nel confronto con Biassono non riesce a ripetere la stessa prestazione di 7 giorni prima ed esce sconfitta 62-84, un punteggio forse troppo punitivo per i ragazzi di coach Velardo.

Primo quarto: l'illusione
Neppure il tempo di sedersi comodamente in panchina che subito dopo la palla a due Biassono segna i primi punti con appoggio al volo da passaggio alley oop.
La differenza di taglia tra le due squadre è piuttosto evidente ma Almenno prova a sopperire con una buona scelta di tiri, conseguenza di una discreta circolazione di palla.
Le buone percentuali al tiro però sono vanificate da rientri lenti e accoppiamenti approssimativi in difesa che generano canestri facili o falli a ripetizione e consentono a Biassono di rimanere attaccata. Nel solo primo quarto gli ospiti tentano 12 liberi (realizzandone 9) in pratica quanto ottiene Almenno in tutto il match (13).
Parziale 24-21

Secondo quarto: primi scricchiolii
Dopo un inizio sulla falsa riga del precedente in cui Almenno trova un paio di buone conclusioni in area e ne spreca almeno altre tre Biassono tenta la carta, risultata poi vincente, di schierarsi a zona fronte pari con la seconda linea molto mobile e adattata in grado di compensare i soprannumeri dei padroni di casa sulla prima. L'attacco rossobiancoblu si inceppa, mentre quello ospite agguanta il pareggio al terzo minuto sul 28 – 28 e da lì inizia una cavalcata inarrestabile sebbene il quarto si chiuda con solo 4 lunghezze di margine per la squadra di coach Fossati. Parziale 10-17 progressivo 34 -38.

Terzo quarto: Zona vs Zona.
Con il reparto lunghi limitato dai falli e un'inconsueta difficoltà nel bilanciamento difensivo che non riesce a limitare i contropiedi bianconeri ospiti, coach Velardo prova a mischiare le carte e schiera la 3-2 dopo il time out chiamato per interrompere la fuga di Biassono; l'effetto sorpresa non funziona, ben attrezzato e sicuramente ben organizzato il team brianzolo non si scompone e inizia a martellare da 3 punti trovando diversi canestri (3 su 6) dagli angoli nonché una decina di punti nel pitturato. Sul fronte opposto Almenno è deficitaria e carente nell'applicare le correzioni per “distorcere” la zona avversaria, accontentandosi di sparare a salve dall'arco (dopo lo 0-6 della seconda frazione un modesto 2-7 in quella successiva). Vantaggio ospite che si amplia fino al +20 per chiudere poi sul +14. Parziale 10-17 progressivo 46-60.

Quarto quarto: bandiera bianca.
Subendo molto dall'angolo Almenno si schiera per il resto della frazione a zona fronte pari ma senza alcun beneficio, Biassono muove bene la palla, alterna il gioco interno con riaperture sul perimetro, colpisce con precisione chirurgica dall'arco (4-7) e legge i vantaggi fisici a centro area. I ragazzi di coach Velardo ci mettono il massimo impegno ma gli errori in costruzione e alcune palle perse banali (21 totali) tolgono fiducia e morale nonostante un Pizzarelli on fire segni 11 punti tra la fine del terzo e l'inizio del quarto quarto con 3 bombe su 4 tentativi. A tre minuti dal termine sul +24 ospite è già garbage time, i coaches svuotano le panchine dando spazio a chi ne ha avuto meno nelle precedenti occasioni. Parziale 16 – 24 risultato finale 62 -84.

Sconfitta inopinabile contro una formazione con una taglia fisica decisamente elevata, che ha mostrato velocità e precisione balistica superiori. Una sconfitta che nulla deve togliere al cammino di crescita della Bergamo Trasmissioni Basket Almenno. Una squadra, ricordiamolo, work in progress, con un amalgama ancora da perfezionare così come certi meccanismi offensivi e difensivi. Una squadra giovane che sa di poter contare su un pubblico appassionato e caloroso che ha salutato l'uscita dal campo dei ragazzi con applausi convinti nonostante l'amarezza per il pesante epilogo della contesa.

#wearealmenno

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie