20 Aprile 2024
news
percorso: Home > news > Under 14

UNDER 14/S: BUONA LA PRIMA NEL PLATE.


CASIGASA PARRE - ALMENNO BASKET 46 - 82

Arbitro: Non designato

Almenno Basket: Benigno 10, Corna 6, Meoli 21, Scacabarozzi 1, Bonfanti 6, Lazzari 3, Masoni 15, Mazzoleni 1, Valsecchi 19, Intra, Comi

Impegnativa, più dal punto di vista logistico che da quello agonistico, la prima gara della Under 14 nel girone Plate.
Contro la squadra di Parre, Almenno ci mette poco più di due minuti per indirizzare la contesa con un 6 – 0 prima e un 7 – 1 poi, chiudendo virtualmente la disputa già nel primo quarto terminato 8 -20.
A rianimare un po' il match ci pensa l’arbitro, che inizia a fischiare ogni minimo contatto anche veniale frammentando tanto anzi troppo lo svolgimento della gara non riuscendo a comprendere e adeguarsi al livello tecnico e motorio dei ragazzi. Ne scaturiscono due quarti, quelli centrali, in cui si è passato più tempo a tirare liberi (alla fine saranno 63: 39 per Almenno 24 per Parre) che a giocare. Gli eccessivi falli fischiati (53 totali) non mettono ritmo all’incontro che lentamente si trascina verso il 40esimo minuto. Vince la banda del duo Bonfanti/Arrigoni senza particolari problemi (46 – 82 ) con un divario che poteva essere ancora più ampio se si fosse messo maggiore impegno e agonismo anche nell’ultima frazione persa di 7 punti.
Dal punto di vista tecnico/tattico le due squadre si sono sostanzialmente equivalse per fisicità un po’ meno tecnicamente. I locali hanno cercato di sfruttare il loro giocatore più alto in campo, in situazioni di post basso statico in attacco (spesso con i piedi ben cementati in area) mentre in difesa a protezione del ferro in mezzo al pitturato, beneficiando anche di un campo più stretto. Inoltre abbiamo ammirato (nel senso che i ragazzi di Almenno sono rimasti spesso fermi a guardare…) situazioni di hand-off (bravi a leggere nelle prime battute la sorpresa scolpita in volto dei difensori ospiti), in un paio di circostanze degli zipper (blocchi a scendere per liberare l’esterno) sul lato debole (qui mettiamo il beneficio del dubbio sulla volontà) e blocchi ciechi per liberare il palleggiatore in situazioni di pressione tutto campo.
In casa blubiancorossa la soddisfazione è contenuta vista la differenza vista in campo, bene ma non benissimo in attacco dove ad un certo punto si è assistito ad una gara di 1c1 al ferro senza una particolare e preventiva costruzione corale, rischiando spesso di schiantarsi contro una difesa ben arroccata in area.
Poco seguite le indicazioni della panchina di eseguire il “gioco” per poi leggere i vantaggi che si sarebbero creati. Detto che in difesa almeno nelle prime azioni si è rimasti a guardare con stupore gli i passaggi consegnati, ci si è messo troppo tempo a capire di non eccedere con l’uso delle mani a cercare la palla e a difendere con maggiore attenzione dal lato debole.
Citazione del giorno per Michele “Amason” Masoni, per la crescita a cui abbiamo assistito in questi mesi nonché la dedizione e la costanza nell’applicarsi alle varie richieste in tutte le partite compresa quella di ieri sera. Ora serve lavorare tanto per costruirsi un tiro “credibile”.

Prossimo appuntamento: domenica 12 febbraio, in casa, ore 11:00 contro Basket Cologno al Serio.

#wearealmenno


Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie